Maestra morta domani l’ultimo saluto.

Maestra morta

La città è sotto choc per la morte improvvisa di Giulia Barbarito. La notizia della sua scomparsa ha fatto, in poche ore, il giro della città di Crescentino dove viveva con il marito Mario Bottino (un apprezzato decoratore) e la figlia Elisa. Una morte senza un perché, giunta all’improvviso, a pochi giorni dal Capodanno.

I funerali

Saranno celebrati domani, giovedì 4 gennaio, i funerali della donna, presso la chiesa dell’Assunta di Crescentino. Giulia, 50 anni, faceva l’insegnante a Saluggia. Tuttavia, fino al 2015, aveva gestito a Lamporo una tabaccheria poi, si era dedicata all’insegnamento, la sua grande passione. Con l’anno scolastico 2017/2018 era iniziata una nuova avventura svolgendo la mansione di insegnate di sostegno nella scuola di Saluggia.

Il malore

Giulia, da alcuni giorni, non stava bene, ma nulla che facesse presagire un epilogo così tragico. Le condizioni si sono aggravate, ed è stata trasportata in ospedale. Qui, un malore improvviso non le ha dato scampo. Giulia è infatti morta venerdì 29 dicembre. Tra le cause che possono aver condotto la donna alla morte, l’ipotesi di un aneurisma.