I finanziari lavorano sodo e i risultati si vedono, oltre tre milioni di euro non dichiarati in soli due episodi

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Cuneo hanno individuato un evasore totale, titolare di una ditta individuale monregalese, operante nel settore dell’installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento il quale, secondo le indagini svolte, riguardanti gli anni 2011, 2012, 2013 avrebbe omesso di circa 2 milioni di euro quali maggiori ricavi non dichiarati e omesso il versamento di I.V.A., per un importo superiore a 620 mila euro.

I militari della Compagnia di Domodossola hanno scovato un professionista che per due annualità, 2012 e 2014, si è rivelato essere un evasore paratotale in quanto gli incassi sottratti all’erario sono risultati superiori del 50% rispetto a quelli dichiarati. Le attività di verifica intraprese hanno permesso di recuperare a tassazione circa 700.000 Euro. Parte dell’ ingente somma recuperata, deriva da prestazioni professionali fatturate, ma che, guarda caso, sparivano allorquando dovevano essere dichiarate ai fini delle imposte dirette. La restante parte deriva invece dal recupero a tassazione di proventi illecitamente percepiti nello svolgimento di incarichi professionali.