La truffa del pellet. Quelle 36 tonnellate mai consegnate

Truffa del pellet: in fumo 8.500 euro

Colossale truffa messa in atto da due polacchi a un rivenditore di pellet di un vercellese residente a Serravalle Sesia. I due indagati, titolari di un’azienda importatrice di legna e suoi derivati da ardere, avevano stipulato un contratto per la vendita di trentasei tonnellate di pellet con il rivenditore per la somma di 8.500 euro. Tuttavia non avevano mai provveduto alla consegna del materiale pur avendo ricevuto il regolare pagamento del prodotto attraverso un bonifico bancario. I due truffatori, pur ricevendo numerosissime telefonate dall’acquirente, avevano dapprima fornito risposte interlocutorie, successivamente rendendosi irreperibili.

L’intervento dei Carabinieri

I militari della Stazione Carabinieri di Serravalle Sesia li hanno denunciati: si tratta di L.T., 32enne e D.M. 48enne, cittadini polacchi residenti in Rottofreno (PC), perché ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di truffa.