Evade dai domiciliari per andarsene al bar. I carabinieri lo arrestano. Era già evaso dal carcere.

Evade dai domiciliari con un flacone di metadone

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Vercelli hanno arrestato L.M., 40enne residente in città, gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, perché responsabile di evasione.
L’intervento della pattuglia era stato determinato dalla richiesta del gestore di un bar del centro che con una telefonata al NUE 112 aveva richiesto la presenza di militari dell’Arma perché un uomo, all’interno del suo bar in stato di alterazione psicofisica, infastidiva altri avventori. Giunti sul posto, i militari della Radiomobile erano riusciti a rintracciare la persona segnalata che, nel frattempo, si era allontanata e, dopo averla identificata, effettuavano una perquisizione personale a suo carico rinvenendo un flacone di metadone, contestualmente sottoposto a sequestro.

Gli accertamenti

Gli immediati accertamenti avevano permesso di verificare che il 40enne si era indebitamente allontanato dalla propria abitazione in violazione degli obblighi lui imposti dalla misura della detenzione domiciliare cui era sottoposto. Pertanto, l’uomo veniva arrestato e, concluse le formalità, veniva riaccompagnato presso il proprio domicilio agli arresti domiciliari e segnalato alla Prefettura di Vercelli quale assuntore di stupefacenti.