Doping palestre sequestrate 700.000 pasticche.

Doping palestre operazione Igea della Guardia di Finanza

E’ una piaga che riguarda un po’ tutta l’Italia e anche il nostro territorio potrebbe aver consumato i prodotti distribuiti da alcuni “grossisti”. Nel mirino della Guardia di Finanza di Torino le compresse vendute come integratori alimentari ma in realtà con steroidi e altre porcherie.
Dopo un primo ingente sequestro le investigazioni, coordinate dalla Procura della Repubblica di Torino, si sono estese al padovano e alla provincia di Cuneo. In queste zone sono state perquisito le sedi di due società dedite al commercio di integratori.

L’esito dei nuovi controlli

Oltre 70.000 le compresse dopanti e 900 i chili di integratori sequestrati. Prodotti finiti nel circuito delle palestre e dei negozi sportivi.
Nel traffico sono coinvolti paesi emergenti di questo mercato illecito, quali la Romania, la Nuova Zelanda e la Polonia. Mentre si confermano Canada, Germania e Spagna quali paesi leader.
I due imprenditori coinvolti sono stati denunciati, alle Procure della Repubblica competenti. L’ipotesi di reato è frode in commercio, ricettazione e commercio di sostanze dopanti. Ora rischiano fino a 5 anni di carcere.

Leggi anche:  Violenze all'asilo lunedì manifestano le mamme

Ecco il video dell’operazione