Si era indebitanto giocando d’azzardo con i compagni di cella.

Un detenuto del carcere di Biella ha dato fuoco alla sua cella. E’ successo nei giorni scorsi. Erano le 22 quando gli agenti in servizio sono dovuti intervenire per tirar fuori dalla camera un uomo rumeno che poco prima aveva appiccato le fiamme agli arredi e ad alcuni oggetti personali. Le cause del gesto sembra siano da ricercare nei debiti che lo stesso ha con altri reclusi a causa della passione per il poker. L’uomo dovrà rispondere di danneggiamento.
All’inizio dell’anno furono dieci i denunciati dopo che la polizia penitenziaria scopri il giro dei tavoli verdi e dei suoi pagamenti.