L’europarlamentare della Lega Nord e sindaco di Borgosesia avrebbe diffamato i “rom”

L’europarlamentare della Lega Nord e sindaco di Borgosesia, Gianluca Buonanno, è stato condannato dal giudice civile del Tribunale di Milano in quanto “è discriminatorio affermare che i rom sono la feccia della società”. La frase fu pronunciata da Buonanno durante la trasmissione televisiva Piazza Pulita il 23 marzo dello scorso anno. Il giudice Anna Cattaneo ha così accolto un ricorso presentato dalle associazioni Asgi e Naga. Secondo il Tribunale di Milano, Buonanno ha denigrato e offeso gravemente la dignità dei destinatari.