Asilo Vercelli i racconti dei genitori dei bimbi maltrattati

Asilo Vercelli i genitori riconoscono la figlia nel video

Durante la diretta, una delle tante in questi giorni, della trasmissione Mediaset “Pomeriggio Cinque”, avvenuta ieri (lunedì 27 novembre) dall’Istituto Lanino, una coppia di genitori ha raccontato lo shock provato quando, vedendo le immagini dei maltrattamenti registrate dalle telecamere della Polizia, hanno riconosciuto in uno dei bimbi vittime loro figlia. “Ha 4 anni, è quella che in sala mensa viene istigato dalla maestra a picchiare un compagno. Siamo costernati. E’ incredibile quello cui abbiamo assistito”.

Il cambio di scuola e le “scuse”

Sempre durante la stessa trasmissione una mamma ha raccontato altro: “Mio figlio venne a casa dicendomi di aver preso una sberla dalla maestra. Quando andai dalla medesima per confrontarmi su quanto accaduto, mi sono sentita dire che ero io a dover delle scuse a lei e non il contrario. Ho ritirato mio figlio dalla Korczak ma prima ho consegnato la registrazione del colloquio con la maestra alla Polizia di Vercelli”.

Leggi anche:  Libri Natale le proposte vercellesi

La richiesta delle telecamere obbligatorie

Nel corso della trasmissione, il cui collegamento da Vercelli è durato per la verità davvero pochi minuti, tutti quanti, conduttrice compresa, hanno richiesto una legge che preveda l’obbligo di telecamere di sorveglianza obbligatorie negli asili. Identica richiesta anche per case di riposo e altri luoghi definiti, da sempre, “a rischio”. Una proposta che da anni viene discussa ma che finora non ha trovato alcuna corrispondenza nella realtà.