Operazione delle guardie forestali, usava richiami per uccelli proibiti.

Un bracconiere è stato individuato nei giorni scorsi nel corso dei controlli del Corpo Forestale dello Stato sull’attività venatoria per la stagione 2016/2017, in particolare dagli uomini del Comando Stazione di Albano Vercellese. L’uomp, colto in flagranza di reato, esercitava l’attività venatoria utilizzando dei richiami acustici elettromagnetici per attirare l’avifauna, vietati dalla legge che disciplina la caccia. Gli agenti gli hanno sequestrato il fucile, legalmente detenuto, le munizioni e i richiami acustici utilizzati. Il cacciatore è stato deferito all’autorità giudiziaria.