Commenti Recenti

Il menu non sorprende: la Croce Rossa è stata infatti assorbita dalla Mezzaluna Rossa Islamica, della quale esegue le direttive.
Non a caso i benemeriti sono in prima linea a Lampedusa, assieme alla Protezione Civile, della quale la Mezzaluna Rossa islamica ex-CRI fa parte, per accogliere i migranti illegali a scopo di lucro.
I tempi cambiano, Judah non indossa più il caffettano: nel XXI° Secolo indossa la tuta rossa.

18 giugno alle 00:04

Tutte belle soluzioni tecnologiche atte comunque a ripulirsi la coscenza e a far digerire ai cittadini quello che anche i cani sanno, fiumi di multe a chi ha una targa per fare cassa ! Questo è lo scopo, altro che sicurezza !! Se invece sei furbo e giri in bicicletta puoi fare tutto quello che vuoi, passare col rosso, andare contromano o sui marciapiedi, non fermarsi agli stop, ecc. ecc. tutto tranquillamente, tanto non c’è nessuno che che ti possa fermare e sanzionare per la trasgressione a mio avviso molto più grave di quella di fermarsi qualche centimetro dopo una riga bianca…
La domanda mi sorge spontanea: Ma sti cavoli di Vigili Urbani dove sono ?
A parte gli appostamenti subdoli con telecamere, dove sono ???
A spasso dalla mattina alla sera comodamente seduti sulle loro auto a caccia anche loro di un numero minimo (40) contravvenzioni stabilite a priori dai loro comandanti prima di poter far rientro in sede e questo senza neppur scendere dalla macchina così che oltre al costo della multa ci saranno anche i costi di notifica !
Tutto questo per la sicurezza ? No cara Amministrazione, non siamo stupidi, tutto questo solo per fare CASSA !!!
I vigili Urbani che adesso si gloriano di chiamarsi Polizia Comunale, non sono agenti a disposizione e a protezione del cittadino , pronti e presenti per aiutare chi è in difficoltà o proteggere l’area con la loro presenza (non se ne vede mai uno in giro a piedi…) No caro Sindaco, non abbiamo l’anello al naso… Sono solo olo ESATTORI a caccia di soldi per le casse comunali a scapito di chi l’ha votata ! Complimenti e grazie per la gratitudine.

13 giugno alle 15:37

Che venga riassunto è una vergogna

10 maggio alle 23:01

Questo Angelo, perché solo così può essere chiamato ci ha dato una lezione di vita che non dimenticheremo mai, aveva capito tutto, é una vergogna che un ragazzo di 17anni con sogni speranze, e tanta voglia di vivere, possa aver fatto un gesto simile, l indifferenza, e il bullismo ha portato questo ragazzo al suicidio, fallimento della razza umana,……. Sei un grande guerriero Michele

9 maggio alle 23:27

Interessante intervista con Pietro Salini sulle posizioni aperte nel gruppo. Ingegneri, laureati in giurisprudenza https://www.salini-impregilo.com/it/salini/dicono-di-noi/tv-radio/obiettivo-lavoro-grandi-opere-orgoglio-made-in-italy-nel-mondo-le-posizioni-aperte-nel-gruppo-salini-impregilo.html

8 maggio alle 15:06

Siamo sempre alle solite i datori di lavoro devono trovare un compromesso e chi ne fa le spese e sempre il lavoratore . Che per altro dopo ore di formazione sulla sicurezza viene anche preso in giro ma alla azienda vine riconosciuto sempre un livello di qualità e sicurezza che in realtà è ben lontano dalle situazioni che si verificano tutti i gironi. Io sono uno che tutti i giorni ho a che fare con situazioni di pericolo e dopo 25 anni vi posso assicurare che no e cambiato nulla poiché è una questione di mangia mangia oggi la applichi domani no .Se ti va e così se no quella è la porta capito sindacalista.

7 maggio alle 21:36

Per forza ci sono 2 avvallamenti non indifferenti

7 maggio alle 10:26

Buongiorno, sono una pendolare che prende tutti i giorni il RV da Torino Lingotto /Milano Porta Garibaldi delle 7,25 . Scendo a Vercelli l’orario di arrivo era fino a qualche mese fa alle ore 8,25 … ora arrivo a Vercelli alle 8,40-45 come mai?

7 maggio alle 10:25

Il mondo del lavoro di oggi….”senza parole”

6 maggio alle 12:44

Rifondazione Comunista Biellese esprime la sua totale solidarietà all’operaio infortunato ed al Compagno e Sindacalista CGIL Alex Villarboito. Questo licenziamento è una evidente rappresaglia antisindacale ed andrà ritirato perché Alex ha esercitato a pieno diritto il suo mandato a tutela dei lavoratori . All’indomani del Primo Maggio dedicato alla sicurezza ed alla strage di morti sul lavoro diciamo grazie al coraggio di Alex

4 maggio alle 23:51

Complimenti x l’articolo preciso nei dettagli. già con sentenza ma con il processo appena cominciato.
Abbia la responsabilità di firmarsi.

4 maggio alle 11:23

Si è sempre saputo !
Ma è lo stesso governo ad autorizzarli a vendere porcherie cinesi ! Non fateli aprire !
No,hanno i soldi e possono fare come vogliono ! Quindi ?
Ma ci state prendendo per il Culu ?
Parliamo anche degli empori indiani …
Di loro niente ?
Andrebbe un accurato controllo ..
Se ne troverebbero delle belle …

3 maggio alle 12:03

Personaggio merotevole di un grande ricordo da parte di tutti, per capacità professionali ma soprattutto per la cortesia e naturale simpatia che sapeva esprimere, unita ad una precisione e competenza nel lavoro e nello studio tecnico cui era molto legato da sempre. Nelle note della sua vita ci sono tanti eventi che lo pongono fra gli ingegni migliori del periodo post bellico, nell’industria e nell’artigianato.

28 aprile alle 22:17

L evento nel Comune di Costanzana con la band 78 Giri Hot Ensemble é organizzato dall’ Associazione ” Quarta Parete ” e si inserisce nelle manifestazioni denominate “FestArte”

28 aprile alle 09:46

però scusate, già si sapeva che il cinema italia “nuovo” avrebbe avuto difficoltà: primo per la presenza del multisala a borgo vercelli, poi perchè oggi il cinema è in crisi con paytv e compagnia.. non è un mistero infatti che tutti gli altri cinema di vercelli siano chiusi, ci sarà un motivo. non dico sia un bene, dico solo che non ci si può lamentare dopo sapendo di correre dei rischi…

24 aprile alle 15:23

Oltre agli inservienti alle dirette dipendenze di ASM, vi sono anche quelli delle cooperative sociali di pluriservizi quali Andromeda e altre, per strana coincidenza quasi tutti immigrati.
Ufficialmente hanno compiti di manutenzione delle aree verdi, a livello non ufficiale hanno compiti di pattugliamento ma, sempre per coincidenza, non sanno e non possono svolgere nessuna delle loro funzioni.
Affidare la sicurezza a chi non sa nemmeno fare realmente le pulizie è un’indecenza sempre più evidente, logico prodotto dell’irresponsabile politica immigrazionista.

22 aprile alle 17:20

Il Pisu è area universitaria. Chi conosce posti come Bologna capisce subito cosa significa.
Le prostitute sono state ri-definite studentesse, i teppisti alcolisti drogati sono stati ri-definiti studenti, gli spacciatori sono stati ri-definiti nuovi italiani, e ogni problema è risolto, a livello di propaganda.
A ciò si aggiunga il fatto che la “sicurezza” dell’area Pisu è demandata alla Polizia Municipale e alla società di pulizie fiduciarie Puli-Fidelitas di Quinto Vercellese, e il quadro è completo.

22 aprile alle 16:58

Maurizio Amadori Se hai ascoltato Suagher lunedì sera su “Pianeta Bianconero avrai capito che dopo Novara i ragazzi e il mister si sono ritrovati e “guardati in faccia prima di iniziare a preparare la partita con l”Entella e che la presenza di Moncini come punta centrale , che non ha le caratteristiche di Jallow, li ha obbligati a giocare in una maniera leggermente diversa facendo partecipare di più gli esterni alle manovre di attacco. Il fatto poi che si siano portati a casa i tre punti con tre gol all”attivo e zero al passivo non deve trarci in inganno. Fulignati ha fatto un lavoro eccezionale che è passato totalmente inosservato nell”evitare di prendere i consueti gol nella mezz”ora finale. E occhio che a Salerno non avremo di fronte l”Entella. Quindi attenzione a pensare che il modulo di Foschi o Castori (o di entrambi) o anche solo il nostro atteggiamento potrà essere determinante per portare a casa punti. L”unica cosa che abbiamo sempre chiesto a questa squadra è di provarci fino alla fine e in ogni partita senza pretendere vittorie. E forse è solo questo che avremo da qui alla fine.

21 aprile alle 12:13

Buonasera. Io sono un pendolare sulla tratta Torino-Varese (via Rho). Non riesco a contare le volte in cui il treno si ferma a metà corsa “perché il macchinista non si è presentato”, mandando a monte la coincidenza, o quelle in cui una corsa è bellamente cancellata per “improvvisa irreperibilità del personale”. Ovviamente, il venerdì sera o nei festivi questi “imprevisti” sono più frequenti, praticamente la regola, con ore e ore, ogni volta, di inutile attesa.
Come è possibile che l’affidabilità dei treni pubblici sia subordinata al capriccio dei dipendenti? Come è possibile che la cosa avvenga nella più totale impunita’? È possibile portare avanti, con il comitato che ha portato avanti l’indagine, una class-action?
Grazie, buonasera.

20 aprile alle 21:10

Un grosso in bocca al lupo, speriamo abbia molto successo!

19 aprile alle 23:54

Purtroppo Vercelli sta sempre più diventando simile a certe località del resto d’ Italia ….un immondezzaio a cielo aperto abitato da incivili che non vogliono saperne di rispettare le più elementari regole del vivere civile. Peccato perchè potrebbe essere una bella cittadina… ricca di monumemti e storia

19 aprile alle 09:05

Buongiorno.
Voglio la foto, nome e cognome, voglio sapere con chi ho a che fare quando giro in città! Credo sia un diritto di ogni cittadino e un dovere vostro dare le informazioni.

Grazie e Buona giornata.

Manuel Minola Violino

17 aprile alle 12:27

Nei mesi tra 2016 e 2017 in cui mi recavo abitualmente a Torino ho spesso rilevato ritardi anche fino a 20 minuti tra Vercelli e Porta Susa.
A ciò va aggiunta l’indecenza dell’overbooking (ho spesso viaggiato in piedi) e degli inservienti pluriservizi con tute arancioni e/o giacchette verdi So.Co.Fat. e Coopservice che devono circolare tra i passeggeri anche a treni ancora fermi in stazione, intralciando chi è appena salito e sta ancora cercando un posto a sedere.
Ancora una volta, liberalizzazioni e cooperative sociali pluriservizi concorrono a produrre solo disservizi e disagi per i cittadini.

11 aprile alle 19:15

Questa situazione è generalizzata ed estesa a tutta la città, da più di un anno a questa parte.
I mezzi di Atena/ASM e cooperative sociali plurizervizi che operano “per conto Atena” sono ovunque.
Il 90% degli inservienti è costituita da immigrati, come pure la maggioranza degli incivili che abbandonano i rifiuti.
Fare finta di non capire l’origine dei problemi non consentirà di risolverli.

11 aprile alle 19:02

Onore alla serietà dell’azienda che mette al primo posto la tutela della salute dei clienti

10 aprile alle 20:46