Come usare la pompa di calore? Cos’è un climatizzatore a pompa di calore? E’ un dispositivo che sfrutta il principio fisico della “pompa di calore” per produrre all’occorrenza aria fredda o calda. Quella più diffusa è a compressione e funziona esattamente come un frigorifero grazie alla presenza in un circuito chiuso del liquido refrigerante ecologico oggi obbligatorio in ogni macchina. La “pompa di calore” in inverno estrae il poco calore presente nell’aria esterna per trasportarlo all’interno dell’edificio, intervenendo così a sostegno del normale impianto di riscaldamento. In estate, grazie a un apposita valvola, il ciclo si inverte “estraendo” il fresco dall’aria esterna per trasferirlo all’interno del locale.

Come usare la pompa di calore?

La pompa di calore è senz’altro molto efficace e, se ben modulata, permette di avere a disposizione una macchina per la climatizzazione nelle quattro stagioni (anche in primavera e in autunno) molto efficiente, capace di supportare validamente ogni impianto esistente. In queste settimane che stanno in mezzo fra estate e inverno, quando è difficile anche solo vestirsi perché si rischia di avere sempre o caldo o freddo, è anche il momento buono per usare i climatizzatori nella funzione «pompa di calore». Ecco qualche consiglio per la pompa di calore, come usarla al meglio.

Un apparecchio di qualità

Per prima cosa l’apparecchio deve essere in grado di controllare le variabili di benessere: quindi dovete poter stabilire temperatura, umidità, purezza e diffusione dell’aria nell’ambiente in cui il clima è posizionato. Il climatizzatore perfetto dovrà raffreddare (o anche riscaldare), deumidificare, pulire l’aria filtrando la polvere in sospensione e controllando la velocità grazie alla ventilazione. Dovrà essere un apparecchio di qualità e sicurezza garantita in quanto d’uso «domestico».

Leggi anche:  Tendenze arredamento 2018 ecco cosa ci aspetta

Silenziosità e affidabilità

Altra variabile fondamentale è quella della silenziosità. I condizionatori devono assicurare il silenzio nell’abitazione. Quindi chiusure ermetiche con guaine sempre pulite e condizionatori che, quando si accendono, non sembrino un jet in decollo. A lungo andare un apparecchio rumoroso dà fastidio: un buon apparecchio deve essere in grado di operare senza fare troppo rumore, quindi con pochi Db. Anche la quantità d’aria trattata dal climatizzatore è di fondamentale importanza. Secondo gli esperti, per funzionare correttamente un climatizzatore dovrebbe trattare l’aria di un locale almeno due volte ogni ora. Non solo: i condizionatori devono durare nel tempo e, per questo, essere prodotti da un’azienda di affidabilità garantita.