Ormai la cosa va avanti da un paio d’anni almeno, ogni domenica mattina chi esce presto in via Morosone e via Bilioteca Agnesiana viene assalito dal tanfo d’urina

Ormai la cosa va avanti da un paio d’anni almeno, ogni domenica mattina chi esce presto in via Morosone e via Bilioteca Agnesiana viene assalito dal tanfo d’urina e in mezzo alla strada c’è un rigagnolo che si ingrossa quando i residenti gettano secchiate d’acqua per pulire. Potrebbe sembrare come a Troisi e Benigni in un celebre film si ritrovano di colpo nel Medio Evo invece siamo nel XXI secolo e c’è chi pensa di mandare micro-astronavi alla conquista di Proxima Centauri… ma certi cafoni sono rimasti all’età della pietra. I mugugni dei residenti sfiorano ogni domenica mattina la rabbia, sono pochi e non fanno massa critica. Ma può un Comune che si ritiene “città d’arte” permettere tutto ciò? E non si tratta del gesto di una o due persone, meglio dire più di 10. E poi in piazza d’Azeglio la notte si buttano direttamete per terra i bicchieri di plastica, tanto poi passano a pulire… forse bisognerebbe piazzare qualche cestino in più, almeno per provare. E diciamo con chiarezza che la kermesse di piazza Cavour dello Street Food non c’entra nulla. Queste sono scene consolidate da mesi e mesi… Alle foto (scattate alle ore 8,05) il compito di spiegare il resto… peccato che non abbiano ancora inventato i jpeg con incorporati gli odori…