Le lettere serviranno anche per la scuola.

La Regione si sta muovendo per applicare il decreto legge sull’obbligo di vaccinazione, in fase di conversione in Parlamento.

Per semplificare le procedure, le aziende sanitarie invieranno alle famiglie non in regola con gli obblighi vaccinali una lettera con la prenotazione per le sedute di recupero, in cui saranno indicate la data e l’ora della convocazione. La lettera, che dovrà arrivare entro il 31 agosto, andrà firmata per esprimere la volontà di aderire all’invito dell’Asl e servirà come attestato da presentare a scuola entro il 10 settembre. Le famiglie in regola con il calendario vaccinale, invece, dovranno compilare un’autocertificazione, reperibile sul sito della Regione. Non è invece necessario richiedere ulteriori certificati di vaccinazione e l’Asl provvederà alla verifica.

La Regione stima che siano circa 61.000 i bambini e ragazzi da convocare, per circa 225mila sedute vaccinali. La priorità andrà ai bambini di nidi e materne e al vaccino per il morbillo. La copertura per il morbillo, infatti, insieme a parotite e rosolia, ha la percentuale più bassa, il 91,06% contro una media dal 94 a oltre il 95% delle altre vaccinazioni.