Incredibile nuovo disservizio di Trenitalia ieri sera con oltre tre ore di attesa dei passeggeri chiusi nelle carrozze ferme in aperta campagna vicino a Santhià

Dopo il caso delle persone rimaste chiuse da sole per mezz’ora in un regionale alla stazione di Novara da noi riportata la scorsa settimana ieri sera ennesimo episodio di disorganizzazione di Trenitalia. Il Regionale veloce 2015, partito da Porta Nuova alle 18.54, si è infatti improvvisamente fermato poco prima della stazione di Santhià. Questo dopo che il convolgio aveva investito un animale. Così per decine di pendolari non solo del Vercellese ma anche del Novarese il viaggio si è trasformato in un incubo. Dalle 19,30 circa i vagoni sono rimasti fermi in aperta campagna, poco prima della stazione di Santhià fino alle 23, ovvero 3 ore e mezza in attesta che Trenitalia mandasse un rimorchio per trainare il convoglio alla stazione più vicina.  Intanto a bordo però gli animi dei passeggeri si sono via via surriscaldati: nessuno, infatti ha provveduto a informarli in merito all’accaduto. E se possiamo capire la casualità di un guasto ed i tempi tecnici necessari la non informazione puntuale dei passeggeri è una mancanza molto grave. Una volta trasportati alla stazione di Santhià i pendolari che proseguivano hanno poi dovuto attendere il Regionale successivo che li portasse a Vercelli e Novara. Il treno, però, era in ritardo di mezz’ora ed è arrivato con tre carrozze chiuse!