Sindacalista licenziato Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana, annuncia che porterà il caso in Parlamento.

Sindacalista licenziato «Clima ottocentesco»

«Clima da fine ‘800 – commenta Fratoianni – il responsabile della sicurezza sul lavoro nell’azienda Sacal Alluminio di Carisio, in provincia di Vercelli, qualche giorno fa ha denunciato le scarse misure di sicurezza, a seguito di un incidente e ora  l’azienda per tutta risposta lo licenzia. Non è più nemmeno possibile chiedere sicurezza per sé e per i propri colleghi?».

«Una strage quotidiana»

«Il Primo Maggio tutti a stracciarsi le vesti per la vera e propria strage quotidiana – prosegue il segretario – poi nei giorni successivi si continua a morire, e i lavoratori sono sottoposti a un clima da fine ‘800 in cui sei obbligato a rispondere al padrone del vapore oppure  ridotto al silenzio. Adesso Liberi Uguali porterà il caso in Parlamento, presenteremo un’interrogazione al governo in cui chiederemo provvedimenti urgenti nei confronti di questa azienda. All’operaio licenziato la nostra vicinanza, ma sappiamo che questa non è sufficiente: c’è anche  la nostra  disponibilità per qualunque iniziativa, anche legale. Noi ci siamo».