Residenza minori alla stazione di Gattinara.

Residenza per minori

Il progetto l’ha proposto un’azienda di Arborio, la cooperativa “I colori del sorriso”. Per completarlo ora si attende solo l’ok della Soprintendenza ai Beni Architettonici perché si possa procedere.

Non è una cosa da poco… essendo preventivata una spesa di ben 100 milioni di euro. Si trasformerà infatti l’edificio in una comunità residenziale per dieci bambini da 6 a 12 anni (più due posti letto di pronta accoglienza) con sette posti di lavoro tra educatori professionali e operatori socio sanitari. Tutti spazi e locali a misura di bambino.

Al primo piano ci saranno le camere per gli ospiti (tre doppie e due triple), la stanza degli educatori,  lavanderia-stireria, due bagni, una saletta per colloqui e la sala riunioni. Al piano terra i servizi la reception uffici e area per studiare. Successivamente si farà uno spazio di aggregazione tipo polifunzionale. Lo stabile è di proprietà di Ferrovie Italiane che ha recentemente fatto importanti lavori di manutenzione. La stazione si trova sulla linea ferroviaria Santhià-Arona, al momento abbandonata ma di cui si parla di una possibile futura riattivazione, un po’ come a Vercelli si parla della ferrovia per Casale.