Forza Italia non crede alla proposta della minoranza. False dimissioni come a Moncalieri.

Non vogliamo false dimissioni

Antonio Prencipe, coordinatore di Forza Italia, torna sulla proposta delle opposizioni sul consiglio comunale di mercoledì 27 dicembre. Si tratta di una seduta di fondamentale importanza perché sarà votata la variazione di bilancio che consentirà di utilizzare i 7,6 milioni provenienti dal Bando Periferie del Governo. Su proposta di SiAmo Vercelli la minoranza presenzierà al consiglio garantendo il numero legale (che negli ultimi tempi è diventato una chimera per la maggioranza zoppa) solo nel caso in cui il sindaco firmerà in anticipo le sue dimissioni.

“Vorrei fare una precisazione in merito alla proposta fatta da parte di alcuni gruppi consiliari, di condizionare la presenza al prossimo consiglio comunale e/o approvare la variazione di bilancio solo se il sindaco, al termine dei lavori, rassegni le proprie dimissioni. Al di la del fatto che pensiamo il Sindaco non lo farà mai, come Forza Italia abbiamo subito detto di non essere d’accordo con questa proposta. Per due motivi. Il primo è che per Forza Italia, il Sindaco, dopo aver constatato di non avere i numeri per continuare a governare, deve dimettersi subito per evitare un lungo commissariamento che nuocerebbe solamente alla città ! In secondo luogo perché sospettiamo possa essere una ennesima falsa promessa, di quelle già perpetrate in questi anni…”.

Le promesse non mantenute e il caso Moncalieri

Prosegue Prencipe. “Pensiamo, su tutte alla promessa di avere 80 posti in più in Atena a fronte di una perdita per la città sproporzionata (25 milioni di mancato incasso insieme alla proprietà di Atena). Pensiamo a una città che (in campagna elettorale) doveva essere più pulita e più vivibile ed invece ci ritroviamo con centinaia di discariche a cielo aperto, senza una soluzione imminente. Ed altre centinaia di promesse non mantenute… Per questo oggi, la posizione di Forza Italia è assolutamente chiara e netta: dimissioni subito, senza se senza ma ! Così da permettere alla città di potersi esprimere già a maggio 2018 su chi dovrà governare la città nei prossimi 5 anni, in modo da farla uscire dallo stallo in cui l’ha portata questi 3 anni e mezzo di amministrazione Pd. Perché mettere sul banco ipotetiche dimissioni che  entro 20 giorni può sempre ritirare? Magari accampando scuse tipo che forze sociali e governative le chiedono un ripensamento… Guarda caso proprio il mese scorso il Sindaco di Moncalieri ha ritirato le proprie dimissioni dopo 2 settimane dalla presentazione, (sempre un sindaco del Pd…). Diventerebbe solo un modo di protrarre ulteriormente l’agonia della Città, che invece ha bisogno di cambiare pagina. Forza Italia, come già ribadito, non ci sta a puntellare questa amministrazione: se il Sindaco non ha i numeri che le permettono di approvarsi bilanci e variazioni, deve dimettersi adesso. Senza patteggiamenti di sorta”.

Leggi anche:  Crisi Polioli: pressing del comune sulla proprietà

Leggi anche Sì al bilancio se la Forte si dimette