Petardi missile sparati da una bici contro uno scooter. Lo stanno vedono in milioni…

Petardi missile il video virale

Ci avviciniamo al Capodanno e come al solito gli scaffali dei supermercati si riempiono dei “fuochi pirotecnici”, quelli che rispettano la legge, mentre per altri canali si acquistano quelli più potenti e pericolosi.

Il video che sta facendo milionate di click in queste ore è esemplare dell’imbecillità pericolosa di certi appassionati… Un ciclista procede sulla “ciclabile” quando viene sorpassato da uno scooter in modo un po’ brusco. Il ciclista per tutta risposta comincia a lanciare “razzi” contro il motorino, manco fosse un caccia F16 in coda a un Mig…

Potrebbe essere un elaborato fake

Il filmato che rilanciamo sembra essere stato girato da una action cam. Il ciclista, che insegue lo scooter, lo bersaglia  con una raffica di bengala e di piccoli razzi, lanciati da una sorta di cannone artigianale.  (Abbassate l’audio, se siete in pubblico. Il tizio impreca parecchio).

Il video, postato da un negozio di biciclette di Rimini, ha già superato i 20 milioni di visualizzazioni, Una trovata di marketing? Un fake? Probabile… andiamo… quale ciclista esce sempre di casa con lo zaino pieno di petardi e indossando sulla fronte una “go-pro”… Probabile che sia tutta una messinscena, peraltro ingegnosa e non priva di difficoltà. Ma con il grado di follia attuale potrebbe anche esserci qualcuno che lo fa veramente.

Leggi anche:  Prefetto di Vercelli in visita alla Guardia di Finanza

Di certo è un ottimo esempio di come NON utilizzare i botti. Che come ogni anno, anche a questo San Silvestro rischiano di fare i soliti danni a chi li utilizza con leggerezza.

Botti: la realtà vercellese

Per fortuna dalle nostre parti la notte di San Silvestro non ha segnalato negli ultimi anni feriti particolarmente gravi. Va ricordato che nel Comune di Vercelli e in  molti altri del circondario è tuttora valida l’Ordinanza che vieta lo scoppio di botti più che altro in chiave “animalista”. Con deroghe lo scorso anno ma solo per zone limitate. Al momento non si segnalano nemmeno operazioni di sequestro di botti illegali. Non per questo, però, bisogna abbassare la guardia.