C’è il rischio di diffusione di germi e non è comunque un bello spettacolo

Nel numero in edicola abbiamo segnalato una situazione non proprio decorosa alle camere mortuarie dell’ospedale Sant’Andrea, rilanciamo la cosa anche sul web.

«Per favore, pulite quei condotti dell’aria condizionata». L’appello arriva da parecchi vercellesi, scandalizzati dalle condizioni in cui versa l’impianto di aria condizionata delle camere mortuarie dell’ospedale S. Andrea. Le foto che ci sono pervenute in redazione non lasciano spazio ad alcun dubbio: l’impianto è letteralmente ricoperto da polvere, sporcizia e detriti vari. Occorre ricordare, per dovere di cronaca, che la mancata pulizia dei filtri dell’impianto di condizionamento può provocare danni gravissimi alla salute. In particolare, la pulizia dei filtri riveste una grande importanza per prevenire infezioni anche serie come la legionella: i filtri non puliti, infatti, possono trasformarsi in ricettacoli di batteri e muffe che vengono poi immessi nell’ambiente. Ci auguriamo che al più presto chi di dovere, all’interno dell’ASL, intervenga, anche perché si tratta di un luogo, quello delle camere mortuarie, purtroppo molto frequentato, per cui a rischio infezione.