Luca Vannelli eletto Presidente CTV. Dirigerà il delicato passaggio alla riforma del Terzo Settore che coinvolge tutto il mondo associativo.

Luca Vannelli eletto Presidente CTV

Nella foto Corrado Giardino (vicepresidente) e Luca Vannelli (presidente Ctv)

Il Centro Territoriale per il Volontariato ha un presidente vercellese, si tratta di Luca Vannelli nominato nei giorni scorsi dal nuovo direttivo. I vertici dell’ente erano stati rinnovati lo scorso 21 aprile nel corso dell’assemblea dei soci che aveva eletto 12 consiglieri.

Il nuovo direttivo

Per il Collegio di Biella, erano stati eletti: Elena Cagnoni, Corrado Giardino, Renzo Giardino, Cristina Dalla Costa (che, in seguito a dimissioni, è stata sostituita da Daniele Andreotti), Elisa Incoronato Gobbi, Gian Franco Penna.
Per il Collegio di Vercelli, sono stati eletti: Luca Vannelli, Anna Maria Vetulli, Norberto Julini, Germana Fiorentino, Giuseppe Varia, Renzo Pregnolato.

Il programma del neo presidente

Nella prima riunione Luca Vannelli è risultato eletto Presidente e Corrado Giardino Vice Presidente.
“Sono davvero orgoglioso – ha commentato Luca Vannelli – della fiducia che mi è stata accordata e farò tutto il possibile per portare avanti questo importante compito. Ci troviamo in un periodo particolare per il mondo del sociale, con l’entrata in vigore della Riforma del Terzo Settore che porterà cambiamenti e novità, anche per l’associazionismo locale.

Il compito del Consiglio Direttivo, sarà quello di considerare il cambiamento come una opportunità, e non come un limite, da sfruttare al meglio per implementare e sostenere il ruolo del volontariato nella società.

Il nostro obiettivo sarà, inoltre, quello di rafforzare la territorialità di CTV, in modo da renderlo, ancora di più, un punto di riferimento sia per le Associazioni sia per le Istituzioni locali, in modo da poter realizzare progetti di rete e azioni comuni per valorizzare la nostra comunità. Il tutto, garantendo una corretta e trasparente gestione delle risorse a disposizione.
Il Centro Territoriale è e sarà, quindi, la “Casa del Volontariato” dove trovare ascolto, accoglienza e risposte qualificate e professionali per le necessità e i bisogni delle realtà del Terzo Settore.

Leggi anche:  Basta code al Cup: numero Asl per le esenzioni

Una grande sfida per una buona squadra

Tutto questo sarà possibile solo lavorando insieme e, per fortuna, al mio fianco ci saranno gli operatori del Centro e dei consiglieri validissimi, ognuno con le proprie esperienza e competenze che, messe insieme, ci permetteranno di creare una sinergia vincente. Un doveroso ringraziamento, di cuore, va ad Andrea Pistono e Daniela Mosca per l’impegno e la dedizione profusi fino ad oggi; speriamo di poter portare avanti e rinnovare il loro esempio e siamo sicuri di poter ancora collaborare in futuro.”.

“Sarà un lavoro duro – ha continuato Corrado Giardino – ma che riserverà tante e preziose soddisfazioni. Dal mio punto di vista, l’obiettivo principale sarà quello di tutelare gli interessi del volontariato, rappresentare al meglio CTV e consolidare le collaborazioni sul territorio (e non solo) al fine di essere tenuti nella giusta considerazione dai nostri stakeholder, visto il nostro ruolo.
CTV, così come ha fatto finora, dovrà, quindi, continuare ad essere un punto di riferimento ed un tramite al fine di veicolare idee, progetti, informazioni e, perché no, anche risorse. La speranza è che i nostri interlocutori abbiano, come noi, spirito di collaborazione e la volontà di essere costruttivi, in modo da lavorare insieme per il bene comune.

Il tutto, sempre per valorizzare e sostenere il volontariato, perché è molto più facile mantenere l’equilibrio se si tiene lo sguardo fisso sull’obiettivo”.