Con la scusa di dover effettuare “manutenzione” a distanza rubano i dati degli incauti che danno loro l’accesso.

Si sta diffondendo un po’ in tutta Italia una nuova truffa telefonica. Falsi operatori Microsoft chiamano gli utenti e cercano di fargli eseguire delle manipolazioni sul proprio computer, in modo da scaricare codici nocivi, visitare pagine web infettate o procurare un accesso remoto sul sistema Windows. Sembra incredibile che qualcuno possa cascarci, ma succede e i mlafattori in seguito rubano tutti i dati contenuti sul  pc Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che ha diffuso l’allerta, ricorda che «nessuna società o azienda contatta i propri clienti per risolvere un problema informatico, per chiedere informazioni riservate, quali nome utente e password oppure per poter aver accesso, in remoto, a un computer».