Giudice di Pace Valsesia si rischia di perdere il servizio. Va in pensione uno degli addetti, l’allarme del vice sindaco di Varallo.

Giudice di Pace Valsesia a rischio

A rischio ancora un altro servizio pubblico per la comunità Valsesiana e Valsesserina: quello del Giudice di Pace con sede a Varallo, che attualmente garantiva la prestazione per un vasto territorio di competenza. Questo grazie a una legge che ha consentito ai Comuni di riaprire, sotto la loro responsabilità e peso economico, gli uffici periferici. Uffici ormai chiusi per le sempre più restrittive norme di razionalizzazione dei servizi.

Pietro Bondetti si mobilita

Ad annunciarlo il vicesindaco di Varallo Pietro Bondetti. “l’ufficio del giudice di Pace di Varallo, attualmente mantenuto a carico di pochi comuni aderenti a un consorzio e grazie a due dipendenti del Comune di Varallo, perde uno degli addetti per pensionamento. Ci siamo quindi rivolti ai comuni che aderiscono al consorzio dell’ufficio per cercare un sostituto al pensionato Ferruccio Baravelli, responsabile del settore Civile, ma invano.

E’ comprensibile visti gli organici ridotti ormai all’osso soprattutto di alcuni piccoli Comuni. Quello che invece è meno comprensibile sono i tanti comuni, anche più grossi, che non aderiscono a questo consorzio e che hanno addossato il peso economico del servizio soprattutto al Comune di Varallo, capofila in questi tre anni.

Leggi anche:  Distribuzione viveri sabato a cura della Cri

“Aiutateci a mantenere il servizio”

Comuni più o meno grossi e magari anche più piccoli, che potrebbero contribuire economicamente in base alle loro forze e forse trovare una disponibilità, nel loro organico, per la sostituzione del nostro addetto pensionato. Varallo ha già dato e anche molto. Adesso devono mettersi tutti costoro una mano sulla coscienza. Se non si vuole perdere anche quest’ultimo baluardo di servizio giudiziario in Valsesia e Valsessera…

Per questo motivo abbiamo inviato, a tutti i Comuni del territorio, un invito al sostegno economico del servizio e un bando di concorso per mobilitare eventuali loro dipendenti disponibili presso l’ufficio del GDP di Varallo. Se perderemo anche questo servizio si deve sapere sin da ora che si dovrà scendere sino a Vercelli, con tutti i disagi che questo comporta, per ottenere ogni benché minima prestazione! Anche per una banale multa contestata…”.