Per chi opera nelle società sportive questa è un’ottima possibilità per la formazione all’uso dello strumento e anche per intervenire in caso di piccoli infortuni.

Entrerà in vigore a breve il decreto Balduzzi, che prevede, per le società sportive, anche dilettantistiche, l’obbligo di dotarsi di un defibrillatore semiautomatico (D.A.E.), nonché di formare personale qualificato, in grado di usarlo, sia durante le partite che durante gli allenamenti. La Croce Rossa Italiana, Comitato di Vercelli, fa sapere che può organizzare, su richiesta, corsi B.L.S.D. (Base Life Support Defibrillation) per la formazione di operatori D.A.E.

“Riteniamo che la presenza di persone qualificate durante gli incontri sportivi sia di fondamentale importanza – dichiara il delegato di Area 1 Andrea Barone – poiché un intervento tempestivo può salvare una vita. Non meno importante, tuttavia, è impartire nozioni di primo soccorso a tutti coloro, allenatori, dirigenti, genitori, che in qualche modo hanno a che fare con i ragazzi che praticano un’attività sportiva. In caso di piccoli infortuni, così come di emergenze più gravi, è necessario sapere come intervenire in maniera corretta, sapere cosa fare e, soprattutto, cosa non fare, in attesa dell’arrivo del personale sanitario”. Per questo Croce Rossa è a disposizione per organizzare corsi di primo soccorso mirati, anche per piccoli gruppi.

Leggi anche:  Mandala di riso la consacrazione foto e video

Chiunque fosse interessato può contattare Mario Coppo, responsabile Segreteria Formazione, all’indirizzo di posta elettronica mcoppo@mdlz.com.