Le immagini non lasciano dubbi, il tempo e lo smog stanno sbriciolando i mattoni.

Nel pomeriggio di eri, venerdì 1° luglio, la transennatura intorno alla torre campanaria è stata estesa anche lungo tutto il lato che dà sui giardini di via Bicheri per la caduta di nuovi frammenti di intonaco dopo l’apertura di una nuova crepa. In realtà, come dimostano queste fotografie e come andiamo dicendo da mesi sul nostro giornale, si assiste a un vero e proprio sbriciolamento del manufatto che sta allarmando da tempo associazioni ed esperti e fa parte della più generale situazione di allarme sullo storico monumento. Non c’è altro da dire se non di guardare con attenzione le immagini relative al lato della torre campanaria orientato nella direzione della facciata e una veduta del lato che guarda l’abside e che rimane nascosto alla vista, ma è in uno stato pietoso.