Bufala whatsapp: “Da oggi si paga” ma è falso. Lo comunica la Polizia sul Commissariato online.

Bufala whatsapp: “Da oggi si paga” ma è falso

Molti avranno ricevuto l’inquietante messaggio che whatsapp sarà a pagamento da sabato 13 gennaio… indicando anche il costo a messaggio; un centesimo! Balzello evitabile se vi dimostrate “utilizzatore assiduo” inoltrando il messaggio stesso ad altri 20 utenti. E’ l’ennesima “catena di Sant’Antonio” via messaggio, a cui NON si deve aderire.
A rassicurare gli utenti à il commissariato di polizia online su Facebook a catalogare come “fake” tale annuncio.
“È bene ricordare – sottolinea Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” che ha rilanciatoil post delle forze dell’rodine -che “Whatsapp”, almeno per il prossimo futuro e salvo diverse indicazioni ufficiali degli sviluppatori e titolari del marchio, è un’applicazione completamente gratuita. È evidente, quindi, che tutte queste “Catene di Sant’Antonio” sono false e possono essere interrotte evitando semplicemente di condividerle”.