Botti di Capodanno i consigli della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, che ha lanciato la campagna #buttaibotti.

Botti di Capodanno come proteggere i propri animali

«Non lasciate i vostri quattro zampe da soli ad affrontare le loro paure e soprattutto evitate di lasciarli all’aperto – raccomandano dalla Lega – E’ importante custodirli in luoghi tranquilli e protetti. Nei casi di animali anziani, cardiopatici e/o particolarmente sensibili allo stress dei rumori rivolgersi con anticipo al proprio veterinario di fiducia. Un’altra regola fondamentale, ma che vale in realtà tutto l’anno, è di dotarli di tutti gli elementi identificativi possibili (oltre al microchip, medaglietta con un recapito) e se l’animale malauguratamente scompare presentate subito una denuncia di smarrimento alla Polizia Municipale o alla Asl».

Se il cane sta all’aperto

Occorre sistemarlo in un locale chiuso, conosciuto e sicuro, mettendogli a disposizione il suo giaciglio e alcuni oggetti a lui familiari, ad esempio i suoi giochi preferiti, le ciotole e qualcosa da rosicchiare. Attenzione ad eliminare tutto ciò che potrebbe ferirlo nel caso tentasse comunque una fuga. Non va mai tenuto alla catena né sul balcone: potrebbe ferirsi o tentare di buttarsi nel vuoto. Se vive in un box esterno, verificare che sia sufficientemente sicuro e che gli fornisca la giusta protezione. Nel momento dei botti, è opportuno andare da lui e cercare di sdrammatizzare la situazione, facendolo giocare e mostrandosi tranquilli.

Leggi anche:  Esposizione conigli nel finesettimana

Se il cane rimane a casa da solo

Occorre lasciare le luci accese, radio o televisione accese (ma non a volume eccessivamente alto), le porte aperte e almeno due stanze a disposizione. Il suo giaciglio deve essere facilmente accessibile, così come i suoi nascondigli abituali. Deve invece essere impedito l’accesso a nascondigli troppo angusti: potrebbe ferirsi. Attenzione anche agli oggetti pericolosi. Il cane deve inoltre avere a disposizione i suoi giochi, qualcosa da rosicchiare e la ciotola dell’acqua.

Se il cane è a casa con i proprietari

In questo caso è buona norma chiedere agli ospiti di non prendere iniziative, lasciando il controllo della situazione al proprietario. In particolare, i bambini dovrebbero lasciare tranquillo il cane, senza correre o eccitarlo. Anche in questo caso, gli deve essere lasciato libero accesso al suo giaciglio e ai nascondigli, evitando solo quelli troppo angusti. Nel caso si nasconda, occorre attendere che esca da solo, senza forzarlo. In linea di massima, la cosa migliore è comportarsi in modo rilassato, distraendolo e giocandoci, senza mostrarsi ansiosi per la sua paura. Un cane spaventato potrebbe inoltre urinare o defecare: in questo caso, è bene pulire senza sgridarlo.