Bombole pericolose lasciate incustodite alla mercé di chiunque.

Bombole pericolose e inerti abbandonati al “Casermone”

Il vecchio edificio si affaccia sul piazzale nell’area dell’ex Montefibre. E’ a pochi metri da i locali sopravvissuti (pochi) e da quelli nati recentemente (altrettanto pochi). L’immobile è distrutto pressoché completamente. Non ci sono più finestre né porte. Anche i muri sono distrutti. Negli angoli crescono le piante selvatiche. Il tetto, quasi completamente in amianto, in diverse parti ha ceduto. A terra ci sono detriti e rifiuti.

Sognare un recupero

Recuperare, negli anni, questi edifici sarebbe stato possibile. In alcune nazioni, come la Danimarca e, più in generale, i paesi scandinavi, strutture del genere sono state trasformate in luoghi di aggregazione. Sono state riqualificate. A Vercelli, purtroppo, non è stato così.

Il pericolo maggiore

Nell’edificio ci sono cinque, sei bombole del gas lasciate incustodite. Sono collegate a qualche locale sottostante. Vengono regolarmente utilizzate. Sono quindi pericolose. Eppure sono sul posto da tempo: sembra non importi a nessuno.