Beneficenza sui circuiti: da Palazzolo a Montecarlo per il Gran Prix.

Beneficenza sui circuiti

Gran Premio di Montecarlo: ogni occasione è buona per fare beneficenza e i palazzolesi sono in prima linea. Come ogni anno la «Solidarpole», (associazione umanitaria, nata in Lussemburgo, con il patrocinio del Granduca e del Principe di Monaco), unitamente alla Caritas, in occasione del Gran Prix di Monaco, raccoglie fondi per i giovani bisognosi del Brasile e del Perù. I collaboratori volontari, tra cui il palazzolese Daniele Sosso ed alcuni membri dell’associazione (tra cui Carlo Pigino, palazzolese residente da tempo in Lussemburgo), allestiscono 2 stand di cibo e bevande, per raccogliere fondi. Quest’anno sono stati raccolti 9.000 euro.

Economia di comunione

La Solidarpole ha grosse ambizioni nell’ambito dell’economia di comunione, principio sul quale è basata l’associazione. Durante la permanenza a Montecarlo, perché non fare un saltino ai box ? È quello che Daniele Sosso è solito fare da diversi anni ( da quando la Solidarpole opera a Montecarlo), tanto da conoscere ormai molti ingegneri che lavorano nella scuderia della Ferrari. Guardando la foto, alla destra di Sosso si riconosce Jock Clear, ingegnere britannico, attuale direttore dell’ingegneria della Scuderia Ferrari. In precedenza è stato l’ingegnere di pista per Lewis Hamilton, Michael Schumacher, Nico Rosberg, Rubens Barrichello, Takuma Sato, Jacques Villeneuve, David Coulthard e Johnny Herbert. Quando è possibile, perché non unire l’utile al dilettevole?