Leadership femminile: Marta reduce dalla Bocconi. Una recente serata del Soroptimist Club di Vercelli.

Leadership femminile: Marta reduce dalla Bocconi

Riceviamo dal Soroptimist Club di Vercelli il resoconto di una gradevole e interessante serata. E’ stata la relazione della in  giovane dottoressa vercellese Marta Mattea. Marta nel 2017 ha beneficiato della partecipazione al corso di Leadership al Femminile tenutosi in Bocconi, che il Club offre annualmente ad una neolaureata particolarmente meritevole.
Il 24 gennaio scorso la giovane ha intrattenuto le socie del club sulle caratteristiche della tre giorni milanese con il suo resoconto e le sue considerazioni.

Il resoconto dell’esperienza

L’attività svolta alla Bocconi School of Management ha visto una partecipazione di una quarantina di ragazze seguite da due tutor che le hanno accompagnate in un prezioso percorso formativo: dalle frequenti criticità che le donne possono incontrare nel mondo del lavoro e i possibili errori in cui le stesse potrebbero incorrere, ai suggerimenti del secondo giorno, su come costruire sia un’ efficace leadership che un selfbranding, che includano l’accettazione dei propri limiti e l’umiltà, considerando sempre però il genere di appartenenza un valore aggiunto.
Infine, nell’ultimo step il corso ha fornito strumenti essenziali di tipo pratico quali la compilazione corretta di un curriculum o la preparazione di un colloquio di lavoro.

Leggi anche:  Bandiera tagliata: Casa Pound condanna e si dissocia

Le neolaureate hanno potuto ascoltare le esperienze di due donne manager che, particolare interessante, hanno sorpreso dicendo che nessuna di loro aveva svolto studi specifici rispetto al lavoro nel quale si erano affermate.
Questo ha imposto in tutte una riflessione sulla necessità di adeguarsi velocemente alle novità e sulla propensione ormai indispensabile al cambiamento per le nuove generazioni.
Come ha sottolineato nel corso della serata la Presidente Gabriella Cussotto Ricci, la volontà del Soroptimist è quella di offrire un’ opportunità di crescita sia professionale che interiore e fornire maggiori consapevolezza e motivazione alle ragazze, in previsione dell’ingresso nel mondo del lavoro in cui spesso il genere può essere penalizzante.
Alla serata hanno eccezionalmente partecipato altre cinque giovani donne che in passato seguirono il Corso Soroptimist in Bocconi: Lunetta Lo Cacciato, Letizia Coppo, Chiara Marocchino, Giusy Mendola e Chiara Roncon, che hanno confermato come quell’esperienza abbia influenzato positivamente la loro vita professionale.
Dunque una serata tra amiche che ha evidenziato la volontà soroptimista di valorizzare la donna e il suo ruolo crescente nel mondo del lavoro e delle professioni.