Etichette alimentari: nuove norme e sanzioni. Rivolgersi a Confesercenti per i dettagli, va fatto entro il 9 maggio.

Etichette alimentari: nuove norme e sanzioni

Informazione molto importante per chi opera nel settore alimentare, l’avviso arriva da Confesercenti attraverso la sede di Vercelli. Bisogna mettersi in regola prima del 9 maggio, chi non lo fa rischia pesanti sanzioni.

Il dettaglio

Nuove sanzioni per gli operatori del settore alimentare, ma anche nuove disposizioni in materia di etichettatura, presentazione e pubblicità degli alimenti.
Queste le novità del Decreto Legislativo 15 dicembre 2017, in vigore dal 9 maggio 2018, e contenente disposizioni generali in materia di pratiche leali di informazione sugli alimenti e di obblighi informativi da parte degli operatori del settore alimentare, la cui violazione comporta l’applicazione di pesanti sanzioni.
Ulteriori sanzioni colpiscono, poi, l’operatore alimentare che viola le disposizioni relative alla fornitura delle indicazioni obbligatorie sugli alimenti preimballati e la mancata apposizione delle indicazioni obbligatorie delle sostanze che possono provocare allergie o intolleranze.

Altre sanzioni previste

Altre sanzioni per le violazioni delle disposizioni specifiche sulle indicazioni obbligatorie: denominazione dell’alimento, indicazione degli allergeni, termine minimo di conservazione, paese di origine o luogo di provenienza, titolo alcolometrico, dichiarazioni nutrizionali.
L’Autorità Competente all’irrogazione delle sanzioni è stata identificata nel Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressioni frodi dei prodotti agroalimentari del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.
Per maggiori info e documenti contattare gli Uffici di CONFESERCENTI :
email: info@confesercentivc.it tel. 0161 501595