Alluvione Trino. Boccata di ossigeno per le imprese rovinate dal disastro del 1994.

Alluvione Trino finalmente buone notizie

Grazie a un emendamento alla legge di Bilancio si riesce finalmente a mettere fine ad un contenzioso che dura da anni. Le imprese piemontesi alluvionate nel 1994 hanno diritto al rimborso di quanto versato e non dovuto a Inps e Inail. Vengono stanziati i primi fondi necessari per la copertura finanziaria, A dare l’annuncio il sottosegretario al Lavoro Luigi Bobba.

La vittoria dopo anni di battaglie

L’emendamento pone fine ad anni di attesa e di battaglie e dà attuazione a quanto stabilito l’anno scorso dalla Commissione Europea. Commissione che si era espressa favorevolmente sulla restituzione dei contributi. “Per diverse imprese si tratta di somme importanti – aggiunge Bobba – che potrebbero garantire nuovi investimenti e, in qualche caso, addirittura la ripartenza di attività che si sono dovute fermare anche per la mancanza di liquidità”.

La soddisfazione del sindaco Portinaro

“Sono felice che questa vicenda complessa, che riguarda da vicino diverse aziende trinesi, si stia per concludere positivamente. Dopo la decisione della Commissione Europea dell’anno scorso, giunta anche grazie alla sollecitazione dei parlamentari europei Daniele Viotti e Mercedes Bresso, Governo e Parlamento italiano hanno potuto lavorare per mettere la parola fine a questa controversia. Ringrazio davvero il Sottosegretario Luigi Bobba e i diversi Parlamentari piemontesi che, passo dopo passo, hanno cercato il modo giusto per dare una riposta alle imprese”.